INFORMAZIONI
PER I
GENITORI
Promozione allatta­men­to al seno Svizzera

Vaccinazione anti-COVID-19 e allattamento al seno

Vaccinazione dopo il parto e durante il periodo di allattamento

(settembre 2021)

 

AGGIORNAMENTO La vaccinazione mRNA (Moderna o Pfizer) della madre dopo il parto e durante l’allattamento è raccomandata?

 

Sì, la vaccinazione con un vaccino è raccomandata dopo il parto e durante l’allattamento. La vaccinazione con un vaccino mRNA è attualmente raccomandata durante l'allattamento.

 

Qualora dopo la vaccinazione comparissero effetti indesiderati da lievi a moderati come dolori articolari, febbre o mal di testa, la madre può continuare ad allattare, se se la sente. Altrimenti è possibile ricorrere per qualche tempo a un tiralatte. Il medico curante, la consulente per l’allattamento o la levatrice possono fornire raccomandazioni e consigli specifici.

 

Vi sono dati che indicano una trasmissione degli anticorpi al lattante attraverso il latte materno (Kelly CJ, 2021; Golan Y, 2021).


Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito web della Società Svizzera di Ginecologia e Ostetricia (SGGG).


Vaccinazione Covid-19 durante la gravidanza

Quando è raccomandata una vaccinazione mRNA durante la gravidanza?

(settembre 2021)

 

Nota: questa raccomandazione vale soltanto per i vaccini a mRNA Moderna e Pfizer.

 

Sulla base del parere di diversi gruppi di esperti internazionali e dei crescenti dati disponibili, la vaccinazione con un vaccino a mRNA è raccomandata a tutte le donne incintea partire dal secondo trimestre di gravidanza. Ciò vale in particolare anche per le donne affette da malattie croniche secondo la definizione delle persone particolarmente a rischio in caso di infezione da COVID-19[AVB1] . In principio, la vaccinazione è possibile anche nel primo trimestre e può essere effettuata su richiesta della donna incinta.

 

Le crescenti prove scientifiche sulla sicurezza e sull’efficacia di una vaccinazione anti-COVID-19 a mRNA durante la gravidanza confermano che i benefici prevalgono nettamente sui possibili rischi (CDC Pregnancy Registry, Public Health England, Shanes 2021, Theiler 2021, Trostle 2021). Questa evidenza scientifica aumenta costantemente e continua ad essere tenuta sotto stretta osservazione.

 

Le donne incinte sono esposte a un rischio nettamente aumentato di decorsi gravi della malattia in caso di infezione da COVID-19, in particolare per quanto riguarda il ricovero in un reparto di cure intense nonché l’intubazione e la respirazione artificiale, e a un rischio di mortalità aumentato (Chinn J, 2021; Villar J, 2021).

 

Inoltre, il rischio di un parto prematuro (con possibili conseguenze per il neonato) è nettamente aumentato.

 

Una vaccinazione prima o durante la gravidanza protegge la donna e il nascituro ed è raccomandata anche in diversi altri Paesi (Regno Unito, Stati Uniti, Francia). Negli Stati Uniti sono già state vaccinate più di 150’000 donne incinte. 

 

Segnatamente, anche le donne che pianificano una gravidanza dovrebbero sottoporsi a una vaccinazione anti-COVID-19.

 

Una vaccinazione con vaccini a mRNA è altresì raccomandata alle donne che allattano. Ulteriori informazioni al riguardo sono disponibili nella FAQ «La vaccinazione della madre è raccomandata dopo il parto e durante il periodo di allattamento?».

 

Non occorrono né un consenso scritto della donna incinta né un certificato medico o una prescrizione medica.

 

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito web della Società Svizzera di Ginecologia e Ostetricia (SGGG).


Infezione COVID-19 e allattamento al seno

Sono infetta da nuovo coronavirus. Posso allattare mio figlio?


Potete allattare vostro figlio. L’importante è seguire le regole di igiene e di comportamento raccomandate che vi sono state spiegate dalla levatrice o dal medico dopo il parto. Queste regole servono a proteggere il vostro neonato da un contagio. (Fonte: Ufficio federale della sanità pubblica USFP)


Per maggiori informazioni:


Informazioni generali dell Ufficio federale della sanità publicca UFSP


Pause per l’allattamento retribuite nell’home office


Quando lavorate nell’home office, dovete registrare personalmente il tempo di lavoro. Continuate a beneficiare del diritto alle pause per l’allattamento retribuite in relazione alle vostre ore di lavoro quotidiane. Potete organizzare le pause come preferite, ma devono essere dedicate esclusivamente all’allattamento. (Vedi anche la FAQ n. 23)


Protezione della salute sul posto di lavoro - CORONAVIRUS (COVID-19)


Il coronavirus comporta l’obbligo per i datori di lavoro di garantire la protezione della salute. In base all’articolo 6 della legge sul lavoro (RS 822.11) e all'articolo 10 dell'ordinanza COVID-19 situazione particolare (RS 818.101.26), il datore di lavoro ha l’obbligo di tutelare la salute dei propri lavoratori e di adottare i provvedimenti di prevenzione contro il coronavirus sul posto di lavoro.


Promemoria dal Seco


Ufficio Promozione allattamento al seno Svizzera


A causa della situazione attuale, lavoriamo molto spesso nell'Homeoffice, il che limita la nostra disponibilità telefonica. Se possibile dunque, vi preghiamo gentilmente di contattarci via e-mail. Grazie per la vostra comprensione! (contact@allattare.ch/ gs@allattare.ch)


Gli ordini continueranno ad essere eseguiti il più rapidamente possibile. Si prega di ordinare nel shop.


Indirizzo
de fr it en
0
AttualitàCorona-virusAgendaWBTi